.
Annunci online

  sipuofareroma22 [ ]
         


20 giugno 2008

Come si riavvia il PD?




9 giugno 2008

ERRORE DI SISTEMA - RIAVVIA IL PD




22 febbraio 2008

Uno "scapigliato in Parlamento": SI DEVE FARE!!!

NO TAXATION WITHOUT REPRESENTATION

Non ci piace questa legge
Non ci convince questo PD
Non ci piace l'aria che tira

Ma UNO di noi in Parlamento ci farebbe stare un po' più tranquilli...




2 gennaio 2008

Pacatamente...serenamente...Buon Anno

A noi ci piace festeggiare così...sottovoce...poco a poco...quando un anno è appena finito e l'altro non è ancora cominciato...

Ridere è ancora una cosa che SI PUO' FARE





14 dicembre 2007

Le buone notizie non fanno notizia, ma per fortuna ci sono

Da qualche giorno al parcheggio della stazione "La Celsa", sulla ferrovia Roma-Viterbo, è tornata la luce dopo almeno 6 mesi di buio, paura e preoccupazione.

Il fatto è stato salutato come un piccolo miracolo "fino a quando durerà..." da parte degli utenti abituali del parcheggio ed è avvenuto dopo il clamore suscitato dalla morte di Giovanna Reggiani assassinata il 31 ottobre nei pressi della stazione di Tor di Quinto, sulla stessa linea.

L'attenzione mediatica che si è creata ha probabilmente facilitato la risoluzione di un banale problema come la sostituzione di 30 di lampadine, fulminate o semplicemente spente da chissà quanto, ma allo stesso tempo lascia perplessi pensare che per risolvere lo stesso banale problema ci sia stato bisogno di una tragedia che ha innescato una serie di fortunati eventi.

La luce, infatti, è tornata dopo un mese dalla lettera di segnalazione e allarme di una donna, Raffaella Scuderi, al quotidiano
"La Repubblica" , cui hanno fatto seguito i video e gli articoli di Erasmo Catavolo e Alessio Nisi sul quotidiano "Il Romanista" e sul sito www.roma-citta.it  , che hanno tenuto alta l'attenzione sul problema.

Può darsi che la riaccensione fosse già programmata e che si tratti quindi di pura casualità, ma può darsi anche che quando la catena tra cittadino, informazione e istituzioni, seppur in ritardo, dimostra di funzionare, come potrebbe essere successo in questo caso, allora forse non è sbagliato pensare
SI PUO' FARE 

Guardare per credere...





Che poi di questa buona notizia si sia parlato poco è un altro problema, un po' meno banale, ma in questo caso meno importante.




25 novembre 2007

Noi non c'eravamo...

 Ieri si è svolta la prima assemblea del PD romano e noi candidati della Lista Generazione U nel collegio 22 di Roma non siamo stati nenche sfiorati da qualcosa che potesse somigliare ad un avviso o ad un invito a partecipare anche solo como uditori a tale appuntamento, che dai "rumors" di chi ha avuto la fortuna di presenziare non ha infervorato proprio i cuori dei pidiellini accorsi.

Anche noi non abbiamo certo fatto carte false per essere lì, ma almeno bastava un SMS...

Una domanda, però, nasce spontanea:

A COSA SERVE IL BLOG XX Municipio per il Partito Democratico
SE POI NON RIPORTA NEANCHE QUESTE BANALI ED ELEMENTARI COMUNICAZIONI?

                                                                       Generazione U - Municipio XX






22 novembre 2007

Demolizione baracche a Prima Porta:cosa si poteva fare prima?

tra ieri e oggi è stata terminata la demolizione delle baracche che da più di 2 anni erano state costruite da immigrati nei 2 giardinetti ai lati del cavalcavia che dalla Flaminia immette su via Tiberina per Prima Porta o Fiano Romano e viceversa.

 

L'intervento di pulizia e di ripristino del decoro urbano è sato accolto positivamente dai cittadini della zona, nonostante il ritardo con cui è stato effettuato.

Qualche dubbio, però, rimane:

1) Se i 2 giardinetti fossero stati tenuti puliti e potati sarebbero mai sorte le baracche?

2) Demolire le baracche risolve il problema delle baraccopoli o serve solo a toglierle dai punti più in vista per farle spostare in luoghi meno visibili e poi magari ritrovarle tra qualche mese negli stessi punti dove stavano?

3) Come è possibile che migliaia di persone accettino di vivere sotto la soglia della dignità umana e sotto gli occhi di milioni di altre persone che ogni giorno sanno e vedono, e magari qualche volta denunciano pure, chi il degrado, chi la paura, chi l'indecenza, chi la vergogna e chi, forse la maggior parte, noi inclusi, semplicemente guarda e passa e come mai le istituzioni preposte si muovono solo sull'onda della paura diffusa e sulla spinta delle prime pagine di cronaca nera per risolvere un problema che non è solo di decoro urbano e ordine pubblico come spesso si sente invocare e ripetere in cerca di un "capro espiatorio" o di qualche 2voto in più"?

Vorremmo poter rispondere, ma possiamo solo domandare, seppur con ritardo.
 




9 novembre 2007

La Celsa: stazione a rischio - 8 novembre 2007

Questa mattina sulla cronaca di Roma del quotidiano "La Repubblica" è stata pubblicata questa lettera:

"Prendo tutti i giorni il treno Roma-Viterbo. Salgo a La Celsa subito dopo Prima Porta e lascio la macchina al parcheggio incustodito sotto i piloni della Flaminia che da un lato ha il fiume e le baracche e dall'altro le rotaie. La sera alle 7.30 è buio pesto al parcheggio con oltre 20 lampioni tutti sempre spenti. Tornare a casa è diventato un incubo adesso: c'è chi si fa venire a prendere e chi si avvicina alla macchina incrociando le dita. Bene la ristrutturazione di Tor di Quinto, ma accendete i lampioni anche a La Celsa. "
 
Raffaella Scuderi

Il sito internet http://www.roma-citta.it/roma ha provato a non far cadere l'appello...




15 ottobre 2007

Si è potuto fare, ma aaanche...continuare a farlo!!!




permalink | inviato da sipuofareroma22 il 15/10/2007 alle 16:50 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



12 ottobre 2007

SI PUO' FARE




permalink | inviato da sipuofareroma22 il 12/10/2007 alle 20:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     febbraio       
 







Blog letto 25122 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom